Spaghetti alla Bagnaverde

Che fatica tornare al 
tran tran quotidiano dopo settimane di vacanza!!!  Sono tornata da soli cinque giorni e già ho
nostalgia delle ferie!!!
Le riviste pullulano di articoli su come ricreare le
atmosfere e i profumi delle vacanze anche a casa… allora via a creme a base di
cocco, profumatori per l’ambiente  aroma “brezza
marina”  e  “sentore di mare”, ho anche acquistato un
bagnoschiuma che promette di portare con il pensiero direttamente ai Caraibi…
niente da fare! Quello delle vacanze al mare sembra un ricordo lontano anni
luce  e, se chiudo gli occhi, vedo solo
le montagne di bucato da lavare e stirare…  altro che Caraibi!!! (Che, poi,  io mi accontenterei di vedere Viareggio!!!)
Ieri sera, però, ho cucinato un piattino che per qualche
minuto ci ha fatto ricordare la nostra vacanza a Fiumaretta: gli spaghetti alla
Bagnaverde, una specialità del luogo.
 Fiumaretta, per chi non lo sapesse, è un paesino di
pescatori adagiato sulla riva sinistra del fiume Magra al confine fra Toscana e
Liguria  nel
Parco Naturale di Montemarcello-Magra. 
Panorama
Veduta di Montemarcello
A metà strada fra la mondana Forte dei
Marmi e la carinissima Lerici, Fiumaretta è  una
località tranquilla molto adatta alle famiglie con bambini. Per gli amanti del mare e per i fortunati muniti di barca (non è il mio caso, aimè posseggo solo il canottino della Patata Saltellante che si è pure forato!) nelle vicinanze ci sono le bellissime spiaggie di Punta Corvo, e Fiascherino, il golfo dei Poeti, le isole Palmaria, Tino e Tinetto.
A due passi, oltre
ai luoghi già citati, ci sono la Versilia, le Cinque Terre, Portovenere, le Apuane con i
suoi panorami mozzafiato e una moltitudine di paesini molto carini da visitare. fra cui Montemarcello, uno dei “Borghi più belli d’Italia”.
Insomma non c’è da annoiarsi.
Dopo questo mio divagare a mo’ di guida turistica ritorniamo alla Bagnaverde. Come dicevo si tratta di una
specialità del luogo, una salsa a base di vongole, cozze e prezzemolo la cui
ricetta pare sia segreta. A rivelarmela è stata la vicina di ombrellone fra una
chiacchiera e l’altra, ma non so se è la versione corretta che, appunto, è top
segret!
La Bagnaverde “originale” la potete gustare al ristorante
dei bagni Venezia e San Marco. Se non avete modo di passare da Fiumaretta,
provate la mia versione “tarocca”… è comunque molto buona!

Ingredienti:

(dosi per 4 persone) 
320 gr di spaghetti
500 gr di cozze
500 gr di vongole
2 spicchi di aglio
prezzemolo abbondante
1 bicchiere di vino bianco
olio d’oliva
peperoncino
sale
Procedimento:
Armatevi di tantissima pazienza e pulite bene le cozze e le vongole. Quest’ultime meglio se le lasciate a spurgare una notte in acqua salata per eliminare la sabbia.
Mettete i molluschi sul fuoco in un tegame coperto per farli aprire.
Fate un battuto di aglio, tanto prezzemolo e peperoncino, fate soffriggere in  abbondante olio di oliva per pochi minuti; l’aglio non deve bruciare e il prezzemolo deve mantenere il suo bel color verde.
Tritate finemente cozze e vongole lasciandone alcune da parte per guarnire, poi unite al soffritto, sfumate con il  vino bianco e regolate di sale.
Nel frattempo cuocete gli spaghetti in acqua salata, scolateli, saltateli in padella con la Bagnaverde, impiattate, decorate con le cozze e le vongole che avete tenuto da parte e servite.

 

6 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *