Ravioli di zucca con ragù di anatra muta

Quello di oggi è un piatto che nella mia famiglia si prepara spesso in questo periodo. L’ho fatto così come me lo ha insegnato mia mamma con l’unica variante che anzichè la sfoglia all’uovo ne ho provata una senza per renderlo adatto anche al mio bambino.
Non avevo mai fatto la sfoglia senza uova, ma devo dire che non è niente male; per le dosi ho fatto una ricerca sul web e ho preso quella più popolare.
Per il resto ho unito due ricette tipicamente toscane: i ravioli di zucca e patate, infatti, sono tipici della Valle del Bisenzio, mentre il ragù di anatra muta è tipico del pistoiese. 

Con questa ricetta partecipo al contest di Farina, lievito e Fantasia:

E veniamo alla ricetta:
Ingredienti: 
Per la sfoglia:
400 g di farina 00
 acqua q.b.
un cucchiaio di olio
un pizzico di sale
Per il ripieno:
1 kg di patate
500 gr di zucca
noce moscata
formaggio grattugiato

sale e pepe
Per il ragù:
1/2 anatra 

1/4 di cipolla

4 spicchi di aglio schiacciati
1/2 bicchiere di vino bianco
polpa di pomodoro q.b.
olio q.b.
Procedimento:
Mettete l’olio in un tegame (senza esagerare perchè l’anatra è già abbastanza grassa di suo) con gli spicchi di aglio e il trito di cipolla. Fate appassire la
cipolla facendo attenzione a non bruciare l’aglio, unite l’anatra a pezzi, bagnate con il vino bianco, coprite e fate cuocere a fuoco lento. Quando l’anitra sarà rosolata unite il pomodoro, anche in questo caso senza esagerare: il pomodoro, infatti, deve dare il colore ma non coprire il sapore della carne. Quando la carne è arrivata quasi a cottura prelevatela dal sugo, spellatela, disossatela, tritatela grossolanamente e rimettetela nel tegame per un altro quarto d’ora.
Nel frattempo preparate la sfoglia, il procedimento è lo stesso di quella classica con le uova; l’aggiunta dell’olio rende l’impasto più elastico. Prima di stenderla è bene lasciarla riposare una mezz’ora.
Preparate il ripieno: pelate le patate e private la zucca della buccia, tagliate il tutto a pezzi e fatelo cuocere a vapore. Una volta raffreddate, frullate le patate e la zucca. Mettete la purea ottenuta in una zuppiera e aggiungetevi qualche cucchiaio di  parmigiano grattugiato, sale, pepe e un pizzico di noce moscata.
Tirate la sfoglia (io l’ho fatta a mano con il mattarello!!!!), distribuite il ripieno, formate dei ravioloni e cuoceteli in acqua bollente finchè non vengono a galla.
Condite i ravioli con il sugo di anatra e servite.


3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *