Spiedini di pesce lardellati

Quella di oggi è una ricetta di famiglia, questi spiedini di pesce li cucinava sempre la mia nonna paterna.

Lei ha insegnato la ricetta alla mia mamma che, a sua volta, l’ha insegnata a me. Si tratta di un piatto semplice ma molto saporito, il pesce, infatti viene alternato con fette di pane, foglie di salvia e pancetta.
Il pane rimane croccante all’esterno, ma al centro assume tutti i liquidi e il sapore del pesce; vi assicuro che è un piatto dal risultato garantito da proporre anche se si hanno ospiti.

Ieri il banco della pescheria era particolarmente ricco ed allettante, è sempre così il martedì mattina, così bello che meriterebbe una foto. Ho acquistato gamberi, calamari e palombo e ho preparato gli spiedini della nonna.

 Spiedini di pesce lardellati
Ingredienti per 4 persone:
500 gr di calamaretti
500 gr di palombo
12 gamberi
100 gr di pancetta stesa
1 baguette
salvia
olio
sale e pepe

 Pulisci bene i calamari, lava il palombo e  taglialo a fette, pulisci i gamberi. In un piatto versa abbondante olio, aggiungi sale, pepe e mescola, poi taglia la baguette a fette alte circa 1 cm e intingile nell’olio da entrambe le parti. Lava le foglie della salvia. Avvolgi le fette di palombo nella pancetta.
Adesso prepara gli spiedini alternando il pesce alle fette di pane e alle foglie di salvia.
Disponi gli spiedi in una teglia da forno in modo da rimanere sospesi e cuoci a 200° per circa 20 minuti.
A metà cottura spennella gli spiedini con un po’ di olio perchè non diventino troppo asciutti.
Servi con insalata mista.

P.S. La foto del pesce non è mia, l’ho trovata in rete e l’ho presa in prestito. Lo dico perchè è bene essere sempre onesti.

♥ Framm

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *