Una domenica casalinga e i Pici con le briciole

Le ultime settimane sono state piuttosto intense, tante le cose da fare, in più adesso è il periodo delle feste all’asilo e delle gite.
Quando si è prospettata una domenica da passare a casa, quindi, sono stata ben lieta e me la sono goduta tutta.

Son potuta stare qualche minuto in più a letto a bere un caffè e sfogliare la mia rivista preferita, poi ho preparato con calma il pranzo e apparecchiato la tavola in maniera carina.
Per pranzo ho fatto i Pici, una pasta tipica toscana, molto simile ad uno spaghetto ma mooolto più grosso.

 Si tratta di una varietà di pasta molto ruvida, che quindi tiene bene il sugo con i quali vengono conditi.  Sono ottimi con il ragù di salsiccia e nella versione “cacio e pepe” oppure con il tartufo come li ho gustati una volta a Montalcino.
 Oggi li ho preparati come si usava una volta nelle famiglie più povere: con la cipolla e le briciole

Nel pomeriggio una passeggiata al parco con i bambini con sosta obbligata alla gelateria.
Infine mi sono seduta sul mio terrazzino quest’anno traboccante di fiori per scrivere questo post.

Pici con le briciole

Ingredienti per 4 persone

400 gr di pici
1 cipolla
olio extravergine di oliva
1 fetta di pane toscano raffermo
pecorino romano grattugiato q.b.
sale
pepe
Per prima cosa cuoci i pici in acqua bollente salata; occorreranno circa 20 minuti.
Nel frattempo trita la cipolla e falla appassire in un tegame con l’olio. Togli la crosta al pane e sminuzzalo, poi fallo rosolare in padella con un po’ di olio.
Scola i pici e versali nel tegame con la cipolla, aggiungi il pecorino romano e del pepe macinato al momento e fai mantecare un paio di minuti. Ti puoi aiutare con l’aggiunta di un po’ di acqua di cottura che avrai tenuto da parte.
Per ultima cosa aggiungi le briciole e servi.

♥Framm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *