Canederli al formaggio in brodo

Come ho scritto nel post precedente, ultimamente per cause di forza maggiore mi sono specializzata in minestre in brodo.
Non che la cosa mi dispiaccia, anzi, a me piacciono molto e ve ne sono di molto golose, come per esempio questi  canederli al formaggio.


Cosa siano i canederli penso sia cosa nota a tutti, soprattutto agli amanti della cucina altoatesina, ma anche tedesca e austriaca: si tratta di grossi gnocchi fatti con il pane.

Ne esistono diverse varianti, i più noti sono quelli con lo speck ma sono buoni anche con le barbe rosse e con gli spinaci. Qui sul mio blog ne trovate anche una versione con le zucchine.
Li avete mai fatti? E’ più semplice di quanto non si pensi.

Prima di tutto preparo il brodo con tanti odori per insaporirlo.

Lo faccio cuocere lentamente per diverse ore, diciamo che spesso me lo dimentico come ieri che dalla mattina mi sono ricordata di averlo ancora sul fuoco quando sono andata a riprendere mio figlio all’asilo e ho visto che era nel menù del giorno dopo! Che mamma sbadata!
Poi preparo i canederli. Ecco gli ingredienti:
300 gr di mollica di pane
350 ml di latte
2 uova
2 cucchiai di farina
50 gr di grana grattugiato
noce moscata qb
sale
prezzemolo
erba cipollinna
Per prima cosa taglio il pane a cubetti (per questa ricetta ci vuole del pane bianco raffermo, ottime le rosette), poi metto a scaldare il latte. Nel frattempo trito finemente del prezzemolo e dell’eba cipollina e li aggiungo al pane insieme al grana e ad una generosa quantità di noce moscata (che a me piace molto).
In un piatto sbatto le uova e le aggiungo al composto di pane.
Infine verso il latte caldo e inizio ad impastare. Aggiungo anche due cucchiai di farina e regolo il sale.
Preparato l’impasto, mi infarino bene le mani e formo le palline.
I canederli li faccio cuocere 10-15 minuti nel brodo bollente.
Li servo con del brodo diverso da quello in cui li ho fatti cuocere e qualche filo di erba cipollina.

I miei bambini ne vanno matti!!!

Auguro a tutti un buon fine settimana, si spera con un po’ di sole. Io ho portato un po’ di primavera in casa con un bel mazzo di tulipani!
Ciao
Framm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *