Agosto in montagna e la ricetta delle tigelle

3

Il mese di agosto appena trascorso ha avuto il profumo della legna che arde, della rugiada del mattino che bagna il prato, della marmellata di mirtilli che cuoce lenta e delle tigelle.

Ho trascorso, infatti, tutto il mese nella mia casetta di montagna dove i bambini hanno potuto godere di giornate miti e tanta aria aperta, dove la connessione internet era un miraggio e le giornate scorrevano lente fra camminate nel bosco e serate trascorse a guardare le stelle cadenti.

Ho preparato non so quante crostate di mirtilli, intrecciato coroncine di ortensie e lavorato collanine all’uncinetto.

IMG_8399

9

7 8

Infine ho impastato e cotto … tigelle. Le conoscete? Sono delle specie di focaccine tipiche dell’Appennino modenese che si gustano insieme agli affettati e ai formaggi (Ottime farcite con prosciutto e stracchino).

Le tigelle un tempo venivano cotte in appositi dischi di pietra refrattaria scaldati sul focolare, oggi invece si trovano in commercio degli appositi stampi in ghisa, chiamati “tigelliere”. Io non possiedo nè i primi, nè i secondi e sono solita cuocerle semplicemente in padella.

1 4

Tigelle montanare

Ingredienti

500 gr di farina

1 dl di latte

2 dl di acqua

3 cucchiai di olio

1 cucchiaino scarso di sale

1 bustina di lievito di birra secco

Sciogliete il lievito in mezzo bicchiere di acqua tiepida e lasciate riposare circa 10-15 minuti.

In una ciotola versate la farina e fate un incavo al centro nel quale metterete in sale, i tre cucchiai di olio extravergine di oliva, l’acqua, il latte e il lievito. Impastate tutto, poi formate una palla sulla quale farete un taglio a croce con il coltello per favorire la lievitazione. Coprite con un canovaccio pulito e fate lievitare circa due ore.

Trascorso  questo tempo, rilavorate velocemente l’impasto lievitato, poi prendetene poco per volta e stendetelo con il mattarello ad uno spessore di circa 1 cm e mezzo; con un coppapasta o, più semplicemente, con un bicchiere ritagliate dei dischi.

Scaldate bene una padella antiaderente, adagiatevi pochi dischetti per volta, poi coprite con un coperchio un po’ bombato in modo da fare calore anche sopra. Cuocete a fuoco medio da entrambe le parti, le tigelle dovranno gonfiarsi e dorarsi.

Si sevono ancora tiepide con salumi misti e formaggi preferibilmente a pasta molle.

♥Framm

 

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *