Strudel di mele light, egg & milk free

strudel-di-mele-light

Adoro lo strudel, è in assoluto il mio dolce preferito. Oggi ve lo propongo in una versione light, con solo due cucchiai di zucchero, niente uova e niente burro. Il risultato vi stupirà così come ha sorpreso me: una crosta molto friabile e leggera e un ripieno con tutti i sapori e i colori di questa bella stagione autunnale.

mele

Ho preparato una brisée con un mix di farina di farro e farina di avena integrale, olio e acqua. Ultimamente sto facendo molto uso di cereali diversi dal frumento. Il farro mi piace molto perchè è meno calorico e più saziante, inoltre, essendo una pianta piuttosto resistente, non ha bisogno di grandi diserbanti e di sostanze chimiche, il che va a tutto vantaggio della nostra salute e di quella dell’ambiente in cui viviamo. L’avena, invece, è una fonte di carboidrati a lenta digestione che, non provocando picchi insulinici, fornisce al nostro organismo energia a lungo termine.

Per il ripieno, al posto delle renette, ho utilizzato le gala perchè più dolci e meno acidule. Questo mi ha permesso di ridurre al minimo lo zucchero, ne infatti utilizzati solo due cucchiai di quello di canna integrale, ma potevano essere tranquillamente omessi. Poi ho aggiunto cannella, uvetta e pinoli.

Un classico strudel, quindi, ma con un’attenzione particolare agli ingredienti che credo potrà andare bene annche a chi segue una dieta vegana.

strudel-light

Strudel di mele

Ingredienti:

Per la pasta brisée:
200 gr di farina di farro
50 gr di farina di avena integrale
50-60 gr di olio di girasole bio spremuto a freddo
50-60 gr di acqua fredda
sale qb

Per il ripieno:
4 mele gala bio
2 cucchiai di zucchero integrale di canna
scorsa grattugiata di ½ limone
2-3 cucchiai di uvetta
2 cucchiai di pinoli
2 biscotti integrali
cannella qb

preparazione-strudel

Praparate la brisée: mettete in una terrina le farine, aggiungete un pizzico di sale e unite a poco a poco l’olio finchè non si saranno formate delle briciole. La quantità di olio necessaria dipende dal tipo di farina, per questo consiglio di metterne poco per volta. Stesso discorso per l’acqua, aggiungetene quel tanto che basta per assorbire tutte le briciole e formare una palla morbida. Lavorate il tutto con il cucchiaio, finito di mettere l’acqua versate su una spianatoia e infarinate leggermente con le mani, la pasta brisée non va lavorata troppo altrimenti viene dura!

Fate riposare la vostra pasta brisée quel tanto che basta a preparare il ripieno. Sbucciate le mele e tagliatele a fettine, poi mettetele in un recipiente e aggiungete gli altri ingredienti: la scorza di limone, la cannella, l’uvetta, i pinoli, lo zucchero e un paio di biscotti sbriciolati (potete anche usare del pangrattato). Mescolate il tutto.

Con un mattarello stendete la brisée più sottile che potete, diciamo 3-4 mm, formando un quadrato, al centro mettete il ripieno con le mele, poi chiudete i due lati a portafolglio e sigillate. Spennnellate con poco olio e infornate a 200° per circa 30 minuti.

A piacere spolverate la superficie con zucchero a velo.

 

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *